Fondazione FS e Regione Siciliana annunciano la preparazione di un nuovo programma per treni storici in sicilia.

Previsti nuovi itinerari per un calendario più ricco di appuntamenti. A luglio la conferenza stampa per presentare il programma aggiornato.

  

Nuovi itinerari e appuntamenti con i treni storici in Sicilia. Ai primi di luglio è prevista la convocazione di una conferenza stampa per la presentazione del calendario aggiornato, dopo il grande entusiasmo manifestato sabato 16 giugno dal Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, per il viaggio in treno storico da Catania a Siracusa. A bordo, anche l’Assessore al Turismo, Sandro Pappalardo. A fare gli onori di casa, Mauro Moretti e Luigi Cantamessa, rispettivamente Presidente e Direttore Generale di Fondazione FS Italiane. Scopo del viaggio, la presentazione alla stampa e a operatori turistici del programma dei treni turistici in Sicilia da realizzare in carrozze d’epoca lungo strade ferrate che consentono di raggiungere e visitare luoghi ricchi di fascino e cultura, con possibilità di escursioni e degustazioni di prodotti tipici dei territori attraversati. Vivere l’esperienza in prima persona, appezzando il recupero del patrimonio di linee, locomotive e carrozze operato dalla Fondazione FS, ha indotto il Presidente Musumeci a condividere con Moretti e Cantamessa l’idea di ampliare il programma per proporre itinerari aggiuntivi e offrire maggiori opportunità ai turisti di conoscere le bellezze paesaggistiche, storiche, culturali ed enogastronomiche della Sicilia. "Quella che sto provando oggi, viaggiando su un treno storico degli anni '30 - ha dichiarato Musumeci - è un'emozione grandissima. Un'emozione che vogliamo far provare anche a centinaia di migliaia di siciliani e di turisti. E a partire dal mese di luglio abbiamo già individuato alcune decine di tratte ferroviarie, luoghi incantevoli e di straordinario interesse, che metteremo a disposizione dei visitatori e dei flussi turistici. Un altro modo per fare conoscere la Sicilia, un altro modo di fare turismo".