2016-2017, il biennio d’oro del turismo ferroviario: conferenza stampa congiunta Fondazione FS e MiBACT

Per la Fondazione FS l’ultimo biennio è stato caratterizzato da un trend di crescita straordinario nel campo del turismo slow con treni storici, grazie anche alla  collaborazione che, dal 3 dicembre del 2015, fa del MiBACT a tutti gli effetti Socio Aderente della Fondazione FS.

Guarda il nuovo video istituzionale della Fondazione FS.

Ingenti gli investimenti relativi al recupero e valorizzazione delle infrastrutture di trasporto storiche, ferrovie, ex caselli, stazioni, svolti assieme a Rete Ferroviaria Italiana. Tra gli altri risultati: il completamento del restauro del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa,  l’avvio del processo di riqualificazione del Museo di Trieste Campo Marzio e, per quanto concerne le linee ferroviarie turistiche, la riapertura all’esercizio turistico di ben 9 tratte, dalla Avellino – Rocchetta  in Campania alla Sulmona -Roccaraso- Carpinone in Abruzzo e Molise, fino alla Agrigento-Valle dei Templi. Quasi 600 Km di binari prima abbandonati sono stati fatti rivivere, in soli tre anni, per lo sviluppo di un turismo lento e pienamente sostenibile.

Sul fronte dei passeggeri, nel biennio 2016-2017, i viaggiatori-turisti sono stati quasi 130mila con un trend di crescita, rispetto al periodo precedente, del 45%. Molti gli stranieri e gli amanti del verde e della natura, poiché i treni storici percorrono principalmente territori ad alta valenza ambientale. Molte Regioni, dalla Campania alla Lombardia, dalla Sicilia al Friuli hanno inserito i percorsi con treni d'epoca nei progetti  finanziati per dare stabilità a questo nuovo tipo di offerta turistica.

Scarica la presentazione dei risultati conseguiti, degli scenari e dei prossimi obiettivi della Fondazione FS.

La Fondazione  gestisce anche gli archivi storici del Gruppo FS Italiane: il 2017 è stato l’anno di lancio del nuovo sito internet www.archiviofondazionefs.it, piattaforma digitale attraverso cui è possibile consultare documenti, disegni, fotografie e pellicole digitalizzate, che raccontano la storia del trasporto ferroviario italiano nell'ultimo secolo. Totalmente rinnovati anche i siti web www.fondazionefs.it e www.museopietrarsa.it

L’insieme dei risultati conseguiti e delle importanti sfide già intraprese per il futuro, come ad esempio il restauro dei mitici treni storici di lusso Arlecchino e Settebello, è stato presentato alla stampa giovedì 8 febbraio presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo a Roma. Sono intervenuti il Ministro Dario Franceschini e il Presidente della Fondazione FS Mauro Moretti.

Guarda la galleria fotografica della conferenza stampa.