Manutenzione per la R370.012 a Catania Centrale

Eseguiti lievi interventi manutentivi sulla locomotiva a scartamento ridotto monumentata in uno spazio all'aperto della stazione ferroviaria

 

La Fondazione FS, di concerto con Trenitalia DTR Sicilia, ha eseguito un leggero intervento manutentivo sulla R370.012, da anni monumentata presso uno spazio attiguo alla stazione di Catania Centrale ove un tempo si ergeva il rifornitore idrico dell’impianto. L’operazione, che rientra tra le opere di ordinaria manutenzione programmata sul materiale rotabile esposto agli agenti atmosferici,  è stata funzionale alla salvaguardia della piccola vaporiera, in particolare, dall’erosione delle parti esterne causata dalla salsedine marina.

La R370.012, locotender a scartamento ridotto, è stata costruita dalle Officine Meccaniche di Saronno nel 1912 appositamente per affrontare le difficili linee secondarie della Sicilia grazie alla ruota dentata di cui è provvista. Ha prestato servizio sulla Dittaino – Piazza Armerina fino alla chiusura della linea, avvenuta l’11 luglio del 1971. Oltre alla 012 esistono, ancora oggi, altre 4 locomotive appartenenti allo stesso gruppo: la 023, restaurata ed esposta presso il Museo Ferroviario Nazionale di Pietrarsa, la 002 monumentata a Monterotondo (Roma), la 018 ubicata a Città di Castello (Perugia), la 024 monumentata a Canove di Asiago (Vicenza). Le R370 hanno prestato servizio su tutte le linee a scartamento ridotto a cremagliera della Sicilia, ovvero la Agrigento – Licata, la Magazzolo-Lercara Bassa e diramazione Filaga – Palazzo Adriano, la Dittaino - Leonforte e la Dittaino - Piazza Armerina, ultima ferrovia con tratti a dentiera, dismessa nel 1971. La velocità massima sviluppata dalle R370 era di 40 km/h nei tratti ad aderenza naturale, mentre su cremagliera la velocità massima si riduceva a soli 12 km/h.

La Fondazione FS e DTR Trenitalia Sicilia prevedono in futuro di presentare alla Soprintendenza ai Beni Culturali di Catania un articolato progetto finalizzato al restauro estetico del rotabile oltre che ad un suo eventuale riposizionamento.