Il turismo ferroviario al centro di “Piemonte Unesco da scoprire in treno storico e in bicicletta”

Convegni, il turismo ferroviario al centro di “Piemonte Unesco da scoprire in treno storico e in bicicletta”

“Binari senza tempo” e il grande successo delle ferrovie turistiche tra i temi dell’incontro organizzato in occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino.

CatturaTorino, 13 maggio 2016

Lunedì 16 maggio, alle ore 20, l’Arena Piemonte di Lingotto Fiere ospiterà il convegno “Piemonte Unesco da scoprire in treno storico e in bicicletta”.

Al centro dell’incontro, aperto a tutti e inserito tra gli eventi della XXIX edizione del Salone Internazionale del Libro, vi è il Patrimonio Unesco della Regione e il turismo ferroviario come nuovo modo di viaggiare e conoscere i luoghi.

A parlare del progetto “Binari senza Tempo” e del recente successo dei viaggi in treno storico alla scoperta della bella provincia italiana ci sarà il Direttore della Fondazione FS, Luigi Cantamessa.

In Piemonte è presente la “Ferrovia_Valsesia” che, con un percorso di 51 km da Vignale a Varallo Sesia nella splendida valle tra le Alpi e ai piedi del Massiccio del Monte Rosa, è stata inserita nel progetto “Binari senza tempo” nel 2015 grazie a finanziamenti della Regione.

Nel corso del 2016 è prevista anche la riapertura a scopi turistici della “Ferrovia_del_Tanaro”: un altro vecchio tracciato che, grazie alla sinergia tra Fondazione FS e Regione, sarà riattivato per un turismo sostenibile, dai ritmi lenti e rispettoso dei territori attraversati.

Il progetto “Binari senza tempo” è l’iniziativa della Fondazione FS che dal 2014 ha dato una seconda giovinezza a circa 240 km di linee ferroviarie ormai prive di servizi di trasporto pubblico locale.

Rami individuati per entrare a far parte d’un vero e proprio “museo dinamico” che la Fondazione FS Italiane preserva e valorizza con il supporto di Rete Ferroviaria Italiana, che ne cura la manutenzione.

Nel 2015, secondo anno di attività dei treni storici sui “Binari senza tempo”, nelle sole cinque linee sono stati organizzati 86 eventi con oltre 32mila turisti, segnando un aumento esponenziale rispetto ai dati dell’anno precedente.