Treno storico da Palermo a Petralia Soprana, Gangi e Sperlinga

Quando :22 giugno 2019
Regione : Sicilia
Composizione del treno : Locomotiva elettrica d'epoca e carrozze "Centoporte" e "Corbellini"

Il treno dei formaggi e legumi tra Madonie e Nebrodi

TARIFFE E BIGLIETTI

Tariffa unica €20 adulto e €10 ragazzo

Prevista la possibilità di effettuare la sola corsa di andata o ritorno al 50% delle tariffe indicate; tariffa ragazzo viaggiatori 4-12 anni non compiuti; gratuità bambini 0-4 anni non compiuti accompagnati da almeno un adulto pagante e senza garanzia di posto a sedere.

MODALITA' DI ACQUISTO

E' possibile acquistare i biglietti a partire dall'8 giugno attraverso tutti i canali di vendita Trenitalia: sul sito www.trenitalia.com, presso le biglietterie e le self service in stazione, nelle agenzie di viaggio abilitate.

Biglietti in vendita il giorno stesso dell’evento sotto bordo, senza alcuna maggiorazione, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

PROGRAMMA TURISTICO

Il viaggio è dedicato a tre dei paesi siciliani inseriti nella rete dei Borghi più belli d’Italia e ha inizio con il percorso in treno che conduce lungo la costa nord da Palermo fino alla piana di Termini Imerese.
Da qui in pullman si entra nel Parco delle Madonie tra boschi e vaste coltivazioni di grani storici siciliani, legumi e aree destinate a pascolo, produzioni di eccellenza come il fagiolo badda di Polizzi e la provola delle Madonie.

  • La prima tappa del viaggio è a Petralia Soprana, forse l’antica città sicana di Petra, di certo il borgo fortificato che il geografo Idrisi nel XII secolo descrive “B.traliah, nobile castello e superbo fortilizio con vasti campi di seminagione. Ha una rocca e un mercato che non cede a quelli delle maggiori città”.
    E’ prevista, percorrendo il Corso Umberto, una visita guidata del centro storico che prende avvio  dal Convento dei Carmelitani, sede del Palazzo Comunale per proseguire alla Chiesa Madre, dedicata ai SS. Pietro e Paolo, con le sue due torri campanarie e il ricco repertorio di opere d’arte tra cui un prezioso Crocifisso ligneo di Frà Umile di Petralia. Le successive tappe di visita sono la Chiesa del SS. Salvatore, a pianta ellittica e con all’interno uno spettacolare lampadario in cristallo donato da emigrati petralesi nelle Americhe, e la Chiesa di S. Maria di Loreto, frutto della trasformazione settecentesca di una fortezza e impreziosita da sculture gaginesche. Il percorso alla scoperta del borgo ha le sue tappe finali nel Museo Civico etno-antropologico petralese, ricavato nei locali del carcere quattrocentesco, e nel Palazzo Pottino, dove si potrà assistere alla proiezione di un video dedicato alla figura artistica e alle opere scultoree di Frà Umile.
  • La nuova tappa del viaggio, nel pomeriggio del sabato, è il borgo di Gangi, l’antica città greca di Engyon fondata sulle pendici del monte Marone tra le grandi vallate dei fiumi Gangi e Rainò. La masseria di Gangi Vecchio che ha trasformato il precedente monastero benedettino ci restituisce la memoria dell’insediamento medievale del borgo, quattro chilometri più lontano. La nuova Gangi si distingue per i quadri urbani affascinanti e la qualità urbana delle abitazioni, e di un ricco repertorio di importanti testimonianze monumentali.
    La visita di Gangi prevede le sue prime tappe al ‘700esco Palazzo Bongiorno, attuale sede del Municipio, al Santuario dello Spirito Santo ed alla Chiesa Madre con la torre campanaria dei Ventimiglia, le pitture dello Zoppo di Gangi e la cripta.  Presso il Palazzo Sgadari la visita prosegue nel Museo Civico e nelle sue diverse sezioni: in quella archeologica dove vivere il racconto dell’antica Engyum, nel museo delle Armi frutto di una donazione, nel museo etno antropologico dedicato alla molitura dei cerali e lavoro dei campi, e infine nella ricca collezione di opere del Pittore Gianbecchina con in particolare le pitture del ciclo del pane. Serata libera con possibilità di usufruire di tariffe agevolate riservate ai passeggeri del Treno Storico presso alcune strutture ricettive e ristoranti di Gangi e di prendere parte alle attività organizzate in occasione della Notte Romantica dei Borghi. Per informazioni Turistiche su Gangi: Ufficio Proloco 338 6309859 – Ufficio Cultura e Turismo Gangi 335 8264671.
  • Il viaggio giunge a Sperlinga, terza tappa del viaggio, in una realtà ambientale di eccezionale fascino. Borgo abitato in età normanna, importante piazzaforte regia al servizio di Federico II di Svevia più tardi, baluardo inespugnabile francese nella guerra dei Vespri come ricorda la scritta incisa sulla seconda porta del Castello “Quod Siculis placuit sola Sperlinga negavit”. Dapprima le case del borgo erano ospitate negli ambienti ricavati dalla roccia sulle pendici della rupe. Ora a dominare tutto è il Castello che ha spesso utilizzato questi vani scavati per potenziare le difese, in un bellissimo equilibrio tra difese costruite e difese naturali e per una realtà paesaggistica e artistica di notevole qualità impreziosita dalle numerose testimonianze monumentali di pregio poste ai piedi del castello come le chiese di S. Anna e della Mercede e la chiesa Madre.
    E sono il Castello e la straordinaria realtà paesaggistica delle case nel loro rapporto con la rocca il tema della visita.

In ciascuno dei tre Borghi saranno realizzati dei Laboratori del Gusto :

  • Petralia Soprana, dalle 11.00 alle 12.00 del sabato negli ambienti di Palazzo Pottino, il Laboratorio del Gusto sarà dedicato allo “Sfoglio“, dolce tipico di Petralia e delle Madonie realizzato con pasta frolla e farcitura di tuma cioccolato e zucchero.
  • Gangi, dalle ore 17.00 alle 18.00 del sabato in Piazza del Popolo, il Laboratorio del Gusto sarà dedicato alla Provola delle Madonie e alla confettura di albicocche di Scillato.
  • Sperlinga, dalle ore 11.00 della domenica in un ambiente del Castello, il Laboratorio del Gusto sarà dedicato alla preparazione del Tortone, dolce di pasta lievita fritto tipico di Sperlinga, a biscotti di farine di grani antichi, al nettare di pescadi Leonforte.”

Consulta la locandina.