Il Museo di Pietrarsa ospita "Il sogno di Bayard", una mostra dedicata alla prima ferrovia italiana, la Napoli-Portici.

Venerdì 23 febbraio è stata presentata, nella Sala Giunta del Comune di Napoli, la mostra “Il Sogno di Bayard, Le chemin de fer de Napoli – Portici à Nocera et Castellammare” dedicata alla storica prima linea ferroviaria italiana. L'esposizione, allestita presso il suggestivo Padiglione "La Cattedrale", così chiamato per la caratteristica forma architettonica dei suoi interni, sarà inaugurata sabato 24 febbraio, alle ore 18.

I contenuti sono stati illustrati dall’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Nino Daniele, e dal Direttore del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, Oreste Orvitti.

L’allestimento, realizzato con la collaborazione dell’Archivio di Stato di Salerno, prevede l’esposizione di grandi pannelli con le riproduzioni dei disegni originali del progetto di costruzione della linea messi a disposizione dalla “École Nationale des ponts et chaussées” di Parigi, partner dell’iniziativa. I visitatori saranno guidati in un viaggio virtuale nel tempo e lungo un percorso che, vissuto quasi come un sogno, portò l’ingegnere Armand Bayard de La Vingtrie a realizzare la prima linea ferroviaria in Italia.

Disegni dai tratti acquerellati e di estrema precisione tecnica racconteranno, con immagini e didascalie, le caratteristiche di un tracciato inserito in un ambiente che interagisce con l'uomo e la sua esistenza. Un percorso fantastico tra stazioni, ponti, binari e carrozze per rivivere il sogno del progettista, divenuto poi quello di un regno e di un’intera nazione.

Obiettivo della mostra, però, non è solo dare risalto a documenti quasi sconosciuti, ma anche porre l’accento su uno degli avvenimenti che hanno maggiormente contribuito allo sviluppo industriale, rappresentando una tappa fondamentale nella crescita del Paese.

L’introduzione del nuovo mezzo di trasporto, infatti, ebbe un impatto favorevole, dal forte carattere innovativo per l’economia e industrializzazione dell’Ottocento. In particolare, la nascita della ferrovia determinò una svolta sostanziale nelle dinamiche commerciali e sociali del Regno delle Due Sicilie e successivamente, dopo l’unificazione, sull’intero territorio nazionale.

La mostra, dunque, assume un valore che va oltre la semplice esposizione di reperti capaci di suscitare interesse e ammirazione per la rarità della documentazione, diventando percorso narrativo in grado di arricchire il bagaglio di conoscenza del visitatore in un coinvolgente itinerario interattivo.

Tra le attività in calendario durante i due mesi di esposizione, giornate di studio e approfondimento organizzate dalla Fondazione FS Italiane.

 

Giorni e orari di visita

Durante la consueta apertura del Museo:

• Giovedì, dalle 14:00 alle 20:00

• Venerdì, dalle 9:00 alle 16:30

• Sabato, domenica e festivi, dalle 9:30 alle 19:30

• Lunedì, martedì e mercoledì, su prenotazione per gruppi

 

Biglietti

Il biglietto di ingresso al Museo di Pietrarsa include la visita della collezione museale e della mostra "Il sogno di Bayard". I biglietti sono acquistabili il giorno stesso presso la biglietteria del Museo, senza alcun sovrapprezzo.

La manifestazione si avvale, oltre al Patrocinio del Comune di Napoli, dell’Alto Patrocinio Morale della Regione Campania e di alcuni comuni attraversati dalla linea storica: Portici, Torre del Greco, Torre Annunziata, Castellammare di Stabia, Pompei, Pagani, Nocera Inferiore e Nocera Superiore.

 

Consulta la locandina con tutti i dettagli.

 

Informazioni

Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

museopietrarsa@fondazionefs.it

081.472003