Una lunga storia di legame professionale e spirito di servizio tra i ferrovieri e l’Azienda Ferrovie dello Stato.

La “Giornata del ferroviere” nacque come idea sin dal luglio 1955 sulla base di alcune proposte emerse in seno alla Commissione che si stava occupando delle celebrazioni del Cinquantenario delle FS (1905-1955). Nel luglio 1905, infatti, era nata l’Azienda di Stato delle FS che aveva definitivamente unificato il trasporto ferroviario nazionale e dato alla categoria dei ferrovieri una dignità nazionale. Il giorno prescelto fu il 25 luglio, San Cristoforo, un santo importante, protettore di tutti i “trasportatori” e quindi patrono anche dei ferrovieri. La festa nasceva con l’intento di cementare la solidarietà e lo spirito di servizio dei ferrovieri ma assumeva anche i caratteri di una celebrazione della funzione assolta dall’Azienda Fs e dal personale ferroviario al servizio del Paese. Ci volle però ancora qualche anno perché questa idea si concretizzasse ufficialmente, cosa che avvenne il 25 luglio del 1959 quando, per decisione delle autorità politiche del tempo e del vertice FS, si tenne in tutti i compartimenti ferroviari d’Italia la “1^ Giornata del Ferroviere”. Per l’occasione, in molti impianti ferroviari addobbati a festa e gremiti di ferrovieri, furono svolte cerimonie che prevedevano la commemorazione dei caduti sul lavoro, la consegna di decorazioni ai mutilati ed invalidi per servizio e ai ferrovieri che si erano distinti per atti di particolare valore ed eroismo nel corso della loro attività. Per la prima volta furono, inoltre, consegnati i diplomi di “Anziano della rotaia” ai ferrovieri che avevano compiuto un lungo e meritevole servizio. Nacque anche, in quell’occasione, la consuetudine di piantare, negli impianti ferroviari, alberi dedicati alla memoria dei ferrovieri caduti sul lavoro. A Napoli, nel lungo viale di accesso al Deposito Locomotive di Smistamento, ne furono piantati ben 107.

A partire dal 1965, probabilmente in coincidenza con la celebrazione del 60° anniversario delle FS, la festa fu spostata al 3 ottobre, data storica che coincideva con il primo viaggio del treno in Italia avvenuto, appunto, il 3 ottobre 1839 tra Napoli e Pietrarsa. Da allora, ogni anno, il 3 ottobre è l’occasione per festeggiare tutti assieme le Ferrovie italiane e il personale che vi lavora assicurando al Paese, giorno per giorno, un trasporto moderno, sicuro ed efficiente e svolgendo una funzione fondamentale per il benessere e il progresso della nostra collettività nazionale.

 

Sfoglia la galleria fotografica