Un grande evento con treno storico saluta la chiusura di una tratta della Ferrovia ligure costiera

Tutto esaurito a bordo de “L’ultimo treno della Riviera” con 500 viaggiatori entusiasti.

Genova, 2 novembre 2016

Un evento vero e proprio, non un “semplice” viaggio su carrozze d’epoca.

La Fondazione FS, organizzando “L’ultimo treno della Riviera”, con il Patrocinio della Regione Liguria, ha voluto salutare così la storica Ferrovia che corre lungo la Riviera di Ponente, prima della sua chiusura per lo spostamento del tracciato a monte sulla nuova linea a doppio binario.

Se a bordo sono stati registrati circa 500 viaggiatori, occupando ben più dei posti a sedere disponibili, a terra si sono stimate circa 4 mila persone pronte a vedere sfilare il lento convoglio.
Turisti, cittadini, appassionati della Ferrovia si sono appostati lungo la costa per ammirarne il transito nei più suggestivi paesaggi naturali.
Scenari unici, impreziositi in questo caso dall’opera dell’uomo che, 150 anni fa, concepì la panoramica e ardita linea Genova-Ventimiglia.
Anche le piccole stazioni, che mai hanno vista tanta gente comune scesa solo per salutare il treno, sono state prese d’assalto.

Il convoglio speciale, approntato dalla Fondazione FS, era composto da 7 carrozze storiche: quattro “Corbellini” e due “Centoporte” per i viaggiatori, una vettura di prima classe tipo 1921 per i giornalisti, i rappresentanti delle Istituzioni locali e del Gruppo FS.
Al traino una coppia di locomotive elettriche degli anni 30, E.428 e E.626.

Un viaggio volutamente lento, per far godere a tutti i viaggiatori il panorama che, per l’ ultima volta, é scorso nitido dal finestrino e per dire addio al passaggio del treno su una delle più belle linee ferroviarie del nostro Paese.