Turismo ferroviario, nel 2015 record di viaggiatori e di eventi organizzati

Turismo ferroviario, nel 2015 record di viaggiatori e di eventi organizzati

45mila i passeggeri a bordo dei treni storici turistici della Fondazione FS, con un aumento del +60% rispetto al 2014. Iniziative estese a 13 regioni italiane

Bilancio fortemente positivo per i viaggi turistici in treno storico organizzati in Italia dalla Fondazione FS Italiane.
Crescono i numeri dei viaggiatori trasportati e degli eventi alla scoperta della bella provincia italiana, organizzati anche in occasione di manifestazioni culturali e enogastronomiche locali.

Tutti i numeri
Nel 2015 sono stati organizzati 166 viaggi turistici con 45mila viaggiatori in 13 regioni del Belpaese: Lombardia e Toscana sono in testa, con 33 e 32 eventi, seguite da Abruzzo e Sicilia, con 25 e 23 eventi. Completano la classifica Piemonte (13), Veneto (9), Liguria (8), Campania (7), Sardegna (6), Emilia Romagna (4), Lazio (3), Puglia (2) e Friuli Venezia Giulia (1). La distribuzione dei viaggi tiene conto delle molte carrozze ancora ferme per restauro e revisione.

Con ben 68 treni storici trainati, le locomotive a vapore, tra i rotabili d’epoca più suggestivi e affascinanti, rappresentano il mezzo di trazione maggiormente utilizzato. Seguono le locomotive diesel (44), elettriche (34) e le automotrici (20).

“Binari senza tempo”
Nel 2015 si è consolidato il grande successo del progetto di riapertura a scopi turistici di alcune linee dismesse caratterizzate da un alto valore storico e paesaggistico per la bellezza dei territori attraversati dai tracciati e per gli arditi manufatti che vi insistono.

Fortemente sostenuta dalla Fondazione FS, a maggio del 2014 la riattivazione delle quattro linee ferroviarie ha dato loro una seconda giovinezza, trasformandole in un vero e proprio “museo dinamico”.

A maggio dello scorso anno è entrata a far parte anche una quinta linea, la “Ferrovia della Valsesia” che da Vignale conduce a Varallo Sesia nella splendida valle incastonata tra le Alpi e ai piedi del Massiccio del Monte Rosa.
Sui soli “Binari senza tempo” sono stati organizzati 86 eventi che hanno accolto a bordo più di 32mila turisti.

Gli eventi speciali
Dei 166 eventi in treno, 23 sono stati di iniziativa diretta della Fondazione FS e organizzati per occasioni di particolare rilievo.

Ideata per Milano Expo 2015, “Le strade ferrate del gusto” è stata un’iniziativa che ha legato il turismo ferroviario a quello enogastronomico, puntando sulle eccellenze dei prodotti tipici dei luoghi raggiunti dal viaggio in treno.
Sono stati sette gli appuntamenti organizzati tra Sicilia, Molise, Abruzzo, Piemonte, Lombardia, Puglia, Basilicata e Sardegna. Vino, cioccolato, cipolle, formaggio, castagne, sale e pesce le specialità delle realtà località coinvolte.

Expo Milano 2015 ha fatto da prestigiosa vetrina anche alla riapertura della “Ferrovia della Valsesia”.
Una serie di appuntamenti in treno storico durante il semestre della manifestazione internazionale hanno condotto da Milano al cuore di quella che rappresenta una delle più belle vallate alpine del Piemonte.

Un viaggio in treno storico ha inaugurato il rinnovato Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, avvenuta il 4 ottobre 2015 dopo la conclusione della prima fase dei grandi lavori di restauro e valorizzazione.

Collegando la stazione di Napoli Centrale al sito museale, l’esperienza  a bordo delle vetture d’epoca ha reso ancora più suggestiva la visita del Museo.
Replicato altre volte durante il periodo natalizio, questo viaggio che porta al Museo direttamente in treno storico diventa un appuntamento fisso ogni mese a partire dal 6 marzo 2016.

La collaborazione con il MiBACT

È stato sempre un evento in treno d’epoca che, ad aprile 2015, ha avviato  una nuova branca del turismo in Italia: il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo e la Fondazione FS insieme per il turismo lento e sostenibile, per godere maggiormente del piacere dei nostri territori e dei tesori spesso meno conosciuti della provincia italiana.

La nuova collaborazione, che si è conclusa con l’entrata del MiBACT nella Fondazione FS, è stata presentata l’11 aprile con una conferenza stampa a bordo di una storica “carrozza conferenze”, alla presenza del Ministro Dario Franceschini, del Presidente della Fondazione FS Mauro Moretti e del Direttore Luigi Cantamessa, oltre che dei vertici del Gruppo FS Italiane.