Parco storico operativo, avviato il recupero di dieci carrozze “Centoporte

Parco storico operativo, avviato il recupero estetico e funzionale di dieci carrozze “Centoporte”

Consegnata completamente restaurata la prima vettura. Gli interventi, eseguiti dall’industria privata, prevedono anche il ripristino di una vettura bagagliaio.


centoporte1

Foto di Francesco Valerio

Prosegue l’opera di restauro dei rotabili storici fortemente sostenuta dalla Fondazione FS. Ripristinata la funzionalità e il decoro, è tornata a far parte del parco storico una carrozza tipo “Centoporte”: l’intervento è solamente il primo all’interno di un più ampio contratto con l’industria privata che interesserà nel prossimo periodo altre nove carrozze e una vettura bagagliaio.

All’esterno, dopo i necessari lavori sugli elementi metallici corrosi dalla ruggine, è stata ripristinata la livrea color castano “Isabella” con finitura trasparente antigraffito. All’interno, invece, sono stati smontati tutti gli elementi e si è proceduto con la revisione del tavolato del pavimento e dell’impianto idrico. I sedili e tutti gli arredi in legno (porte, bagagliere, profili, reggette) sono stati prima carteggiati e infine trattati con resina trasparente con finitura lucida. Riverniciate anche tutte le superfici del cielo e delle pareti (sia nell’ambiente viaggiatori che nelle ritirate), lucidati e trattati con resina tutti i particolari in bronzo, sostituita la pavimentazione in linoleum e rinnovate le tende originali ai finestrini.

centoporte2

Foto di Francesco Valerio

Le “Centoporte” sono carrozze costruite tra il 1928 e il 1952. Furono tra le prime in Italia a cassa metallica, anche se ottenute dalla trasformazione di vetture con cassa in legno preesistenti. I sedili interni in legno offrivano 78 posti, mentre il riscaldamento era a vapore o elettrico.

Oggi, dopo accurati restauri, sono tra le carrozze d’epoca più numerose e utilizzate del parco storico operativo della Fondazione FS. I numerosi sportelli presenti su ogni fiancata, da cui l’appellativo “Centoporte”, se un tempo erano utili a velocizzare la salita e discesa dei pendolari, oggi permettono ai tanti turisti di poter scendere agevolmente per apprezzare il panorama e i luoghi in occasione degli eventi in treno storico